DETTAGLIO QUALIFICAZIONE



Codice Repertorio30-042
DenominazioneService manager del diporto
DescrizioneQuesta figura professionale svolge il ruolo di interfaccia fra il cantiere (e/o le imprese che svolgono attività manutentive, di restyling o refit sulle imbarcazioni da diporto) ed il cliente, cioè gli armatori o i loro rappresentanti (comandante, surveyor, ecc.). Tale figura, infatti, analizza e verifica le necessità manutentive e/o di restyling dell’imbarcazione, suggerisce al cliente ipotesi e soluzioni di intervento, predispone dettagliati preventivi di spesa e cura con questi la relazione commerciale, sia in fase di offerta che durante lo svolgimento delle attività di refitting, curandone la soddisfazione e la fidelizzazione. Egli, pertanto,risponde al cliente sull’esito dei lavori svolti, in termini di qualità, tempi e costi. Questa figura gestisce l’organizzazione dei lavori a bordo, ottimizzando l’impiego del personale addetto alla commessa, scegliendo e controllando le ditte fornitrici, nonché i singoli artigiani ai quali vengono appaltate specifiche lavorazioni. Il service manager possiede elevate capacità negoziali nonché conosce e d applica tecniche di gestione del cliente, di customer care e di comunicazione commerciale. Inoltre, egli conosce ed applica tecniche di programmazione e controllo dei tempi e dei costi, nonché di valutazione del livello di qualità del lavoro svolto, peraltro necessariamente elevato in considerazione dell’appartenenza di gran parte dei prodotti della nautica al comparto luxury.
SituazioneIl service manager lavora presso cantieri specializzati in refitting e manutenzione di imbarcazioni da diporto o presso porti turistici che offrono servizi manutentivi ai propri clienti. È inserito come dipendente o lavoratore autonomo. Questo ruolo ha assunto maggiore importanza in quanto risponde ai bisogni di mantenere l’imbarcazione in condizioni di efficienza e sicurezza, nonché per mantenere un elevato valore commerciale, assicurando ai proprietari di unità da diporto un punto di riferimento professionale per valutare e realizzare le possibili soluzioni di refitting della barca. Nell’ambito di cantieri di refitting o manutentivi la figura in esame si relaziona con i vertici aziendali e svolge una funzione di coordinamento del personale di cantiere nonché delle ditte fornitrici. Nell’ambito dei porti turistici, invece, la figura opera come interfaccia tra imprese di refit e cliente, con ampi spazi di autonomia ed elevato grado di responsabilità in ordine al gradimento del prodotto finale.
PrerequisitiNon vi sono prerequisiti formali
Percorsi formativiE’ possibile svolgere questa professione a seguito di prolungata esperienza nel settore della produzione e riparazione di imbarcazioni da diporto, da cui scaturiscono ampie ed profonde conoscenze relativamente alle caratteristiche e funzionalità di vari tipi di imbarcazioni da diporto, nonché dei diversi tipi di attività di realizzazione o manutenzione che vi si svolgono a bordo. Non è pertanto indispensabile una laurea, sebbene possano rivelarsi molto utili i percorsi universitari dell’area ingegneristica (meccanica in particolare) e/o percorsi di formazione tecnica superiore nel campo della programmazione della produzione e dell’industrializzazione dei processi.
Codice CP20113.3.1.5.0
Denominazione CP2011Tecnici dell'organizzazione e della gestione dei fattori produttivi
Codice Ateco 0730.1
Denominazione ateco 07COSTRUZIONE DI NAVI E IMBARCAZIONI
LIVELLO EQF5