DETTAGLIO QUALIFICAZIONE



Codice Repertorio30-052
DenominazioneTecnico della raccomandazione marittima
DescrizioneIl raccomandatario marittimo presta assistenza al comandante nei rapporti con le autorità locali e con i terzi, si occupa dell’imbarco e dello sbarco di merci o passeggeri, della conclusione di contratti di trasporto e di qualsiasi altra analoga attività per la tutela degli interessi affidatigli. Il codice della navigazione inquadra la raccomandazione di nave nella figura del mandato con rappresentanza. Se il raccomandatario è preposto stabilmente all’esercizio di una sede dell’armatore o del vettore, si applicano le norme relative all’institore. Se assume stabilmente l’incarico di promuovere contratti in una determinata zona, si applicano le norme sul contratto di agenzia. La professione di raccomandatario è regolata dalla Legge 135/1977 che ne riserva l’esercizio ai soggetti iscritti a un elenco tenuto presso la Camera di commercio. La legge precisa che tutte le descritte attività possono essere svolte per mandato espresso o tacito, con o senza rappresentanza, conferito dall’armatore o dal vettore, nonché con o senza contratto di agenzia a carattere continuativo od occasionale.
SituazioneOpera come lavoratore autonomo o dipendente di un’impresa di navigazione o di un vettore, incaricato del disbrigo delle procedure amministrative e delle operazioni commerciali nel luogo in cui sosta la nave. E’ richiesta una elevata padronanza della lingua inglese e preferibilmente anche di una seconda lingua (francese o spagnolo).
PrerequisitiLa figura del raccomandatario è stata definita dalla legge n. 426/1940 e successive modifiche, fino alla legge n. 135/1977. Il rapporto tra preponente (armatore o vettore) e il preposto (raccomandatario) è regolato dalle norme sul mandato (mandato di raccomandazione) con rappresentanza: ovvero il raccomandatario firma in nome e per conto del mandante impegnandone la sfera giuridica patrimoniale. Ove il preponente volesse escludere la rappresentanza dal mandato dovrebbe opportunamente depositare in Capitaneria, per la necessaria pubblicità, la procura con sottoscrizione autentica contenente la limitazione. Non essendo univoca la giurisprudenza in tal senso, è opportuno che il raccomandatario destinatario di mandato con rappresentanza firmi sempre “in nome e per conto di”. L’art.2 della legge 4 aprile 1977 definisce la professione di raccomandatario marittimo elencando sommariamente le attività che il raccomandatario svolge a favore della nave e del suo comandante: assistenza nei confronti delle autorità locali e dei terzi, ricezione e consegna delle merci, imbarco e sbarco passeggeri, acquisizione di noli nonché qualsiasi altra attività per la tutela degli interessi a lui affidati. L’art.1 e 6 della legge 135 prevedono la necessità di iscrizione nell’elenco dei raccomandatari tenuto presso le Camere di commercio site nella località sede di direzione marittima, salvo sia ravvisata la necessità di istituire elenchi presso CCIA territorialmente coincidenti con compartimenti marittimi. I successivi articoli dal 7 al 12 prevedono la composizione delle commissioni e le funzioni di queste, tra le quali sono compresi anche gli esami il cui superamento è necessario, assieme ad altre condizioni, per l’iscrizione all’elenco dei raccomandatari, e precisamente (art.9): Essere cittadini U.E. e conoscere l’italiano, Godere del pieno esercizio dei diritti civili; Avere un diploma di scuola media superiore; Risiedere nel luogo dove si vuole esercitare; Non trovarsi in stato di fallimento; Avere svolto due anni di tirocinio professionale; Non avere commesso una serie di delitti espressamente elencati o reati valutari per i quali sia prevista la reclusione; Superare l’esame previsto all’art. 9 in cui si accertano le conoscenze degli usuali documenti del trasporto marittimo, delle cognizioni giuridiche attinenti alla professione e della lingua inglese (il programma è stabilito con decreto ministeriale).
Percorsi formativiDopo aver conseguito un diploma di scuola secondaria superiore è opportuna una formazione professionale specifica. In Liguria sono disponibili corsi organizzati sia a pagamento che finanziati dalla Regione, inoltre è presente un corso triennale in Economia delle Aziende Marittime Logistica e Trasporti e relativa specializzazione di due anni in Economia e Management Marittimo Portuale presso la Facoltà di Economia.
Codice CP20112.5.1.5.2
Denominazione CP2011Specialisti nella commercializzazione di beni e servizi (escluso il settore ICT)
Codice Ateco 0752.29.21
Denominazione ateco 07Intermediari dei trasporti
LIVELLO EQF5