DETTAGLIO QUALIFICAZIONE



Codice Repertorio30-050
DenominazioneProgettista impianti elettrici per la nautica da diporto
DescrizioneLa figura è in grado di progettare l’impianto elettrico di una imbarcazione da diporto, in linea con le normative tecniche di settore, dimensionando l’impianto ed i suoi componenti alle caratteristiche ed ai fabbisogni di energia elettrica dell’unità da diporto, in tutti i suoi possibili utilizzi. La figura realizza il disegno tecnico dell’impianto elettrico ed i disegni esecutivi per il montaggio ed il cablaggio dell’impianto stesso, adattandoli alla specifica imbarcazione cui l’impianto è destinato._x000D_ L'oggetto della progettazione verte su diversi aspetti fra loro collegati: il dimensionamento dell'impianto correlato sia alle necessità di propulsione dell'imbarcazione che alle necessità espresse dalle varie tipologie d'utenza; la definizione dei sistemi di distribuzione e di protezione; la predisposizione degli schemi elettrici, la scelte delle tipologie di cavi di bordo, dei macchinari e materiali nonché il loro dimensionamento in termini di quantità; la definizione del lay-out delle utenze elettriche e del percorso dei cavi, l'analisi di compatibilità elettromagnetica, ed infine l'elaborazione del quadro economico.
SituazioneOpera per conto di imprese di produzione nautica e navale, come dipendente o come professionista. L’attività richiede una robusta conoscenza e pratica del funzionamento dei sistemi elettrici marini. Infatti, l'impianto elettrico nautico o navale, pur avendo caratteristiche in comune con quelli terrestri, presenta differenze rilevanti. Ciò è dovuto ad una serie di vincoli ed esigenze particolari. Le condizioni di lavoro degli apparecchi a bordo, a causa delle vibrazioni, della temperatura ambiente più elevata, dell'umidità e salinità dell'aria, sono notevolmente diverse dalle condizioni di un impianto terrestre. Esistono numerosi tipi di guasti comuni agli impianti elettrici terrestri, che a bordo di mezzi navali possono provocare conseguenze ben più gravi, a causa del loro isolamento e delle condizioni avverse in cui si possono trovare ad operare. Per ottenere risultati in termini di sicurezza a bordo, sono necessarie misure particolari come, ad esempio, duplicare la linea di alimentazione, utilizzare cavi atossici, prevedere particolari impianti antincendio, procedere alla separazione del quadro principale, progettare una centrale di emergenza, e così via.
Prerequisiti
Percorsi formativiLaurea in Ingegneria Elettrotecnica o Ingegneria Elettronica Industriale o in subordine un Diploma in Perito elettrotecnico.
Codice CP20112.2.1.3.0
Denominazione CP2011Ingegneri elettrotecnici e dell'automazione industriale
Codice Ateco 0750
Denominazione ateco 07TRASPORTO MARITTIMO E PER VIE D'ACQUA
LIVELLO EQF6