DETTAGLIO QUALIFICAZIONE



Codice Repertorio30-035
DenominazioneDisegnatore di interni di imbarcazioni
DescrizioneLa figura interviene nel design d’interni fornendo soluzioni alle tematiche dell’ospitalità, del benessere, della luce e degli arredi dell’imbarcazione; si tratta di un settore dell’architettura che nella nautica ha ricevuto in questi anni notevoli impulsi a seguito delle mutazioni degli stili e delle richieste dei diportisti. La progettazione degli interni di una imbarcazione da diporto è una disciplina dove l’apparato teorico è strettamente vincolato alla pratica progettuale. Sulla base dello stile di vita del cliente o delle esigenze da questi espresse, il disegnatore d’interni svolge un’attività progettuale che si sviluppa solitamente a partire dalla predisposizione di uno schema generale del lay-out degli spazi disponibili, sulla base della compartimentazione dell’imbarcazione, fino alla stesura dei disegni relativi alle soluzioni di interior design da proporre al cliente. Il processo comprende inoltre la definizione dei materiali e dei componenti da impiegare nell’arredo interno (mobilio, tessuti, servizi sanitari ed altri elementi d’arredo), ed infine l’elaborazione dei disegni di dettaglio dei singoli componenti dell’arredamento. Il disegnatore di interni nautici applica le tecniche di disegno geometrico e di rappresentazione (proiezioni, assonometrie e prospettive) utilizzando anche strumenti informatici di disegno bidimensionale e tridimensionale; in particolare l’animazione in 3D e le tecniche di rendering consentono al disegnatore di verificare la volumetria degli spazi progettati e di dare corpo ad ogni minimo particolare del progetto, ovvero ogni componente dell’arredamento interno, potendolo variare al fine di sperimentare nuove soluzioni.
SituazioneIl contesto di lavoro è prevalentemente costituito da studi di professionisti ed architetti o dagli uffici tecnici di importanti imprese costruttrici di imbarcazioni. Si tratta di contesti in cui prevalgono le modalità del lavoro di gruppo e l’intensa circolazione di informazioni, anche veicolate mediante software basati su criteri di simultaneous engineering . Può essere un dipendente o, più frequentemente, un collaboratore professionale o un lavoratore autonomo. Negli studi professionali di yacht design operano congiuntamente ingegneri nautici, architetti, modellisti e disegnatori CAD. Intrattiene rapporti, inoltre, con il cliente o il suo surveyor e con aziende fornitrici di arredi.
PrerequisitiNon vi sono prerequisiti formali vincolanti anche se un titolo di scuola superiore e, meglio ancora, di laurea sono comunemente considerati un requisito minimo di accesso. Molto spesso nei colloqui di selezione si predilige il candidato che, oltre ad un solido bagaglio di istruzione tecnica superiore ed un minimo di esperienza nel disegno industriale, abbia anche vissuto esperienze di navigazione, in particolare su imbarcazioni a motore.
Percorsi formativiE’ una figura che in anni recenti ha visto sorgere percorsi formativi e di laurea ad essa specificamente dedicati. Si segnala il corso IFTS di “Tecnico Superiore per il disegno e la progettazione industriale nel settore della nautica da diporto” post-diploma della durata di 1.200 ore, oppure il corso di laurea triennale in “Ingegneria Nautica” o il corso di laurea triennale in “Design navale e nautico”.
Codice CP20113.1.3.7.1
Denominazione CP2011Disegnatori tecnici
Codice Ateco 0730.1
Denominazione ateco 07COSTRUZIONE DI NAVI E IMBARCAZIONI
LIVELLO EQF5