DETTAGLIO QUALIFICAZIONE



Codice Repertorio29-003
DenominazioneResponsabile tecnico di tintolavanderia
DescrizioneIl responsabile tecnico di tintolavanderia sovrintende l’attività professionale di tintolavanderia, intesa come l’attività dell’impresa che esegue (ai sensi della legge 22 febbraio 2006 n. 84 e ss. mm.) i trattamenti di lavanderia, di pulitura chimica a secco e ad umido, di tintoria, di smacchiatura, di stireria, di follatura e affini, di indumenti, capi e accessori per l’abbigliamento, di capi in pelle e pelliccia, naturale e sintetica, di biancheria e tessuti per la casa, ad uso industriale e commerciale, nonché ad uso sanitario, di tappeti, tappezzeria e rivestimenti per arredamento, nonché di oggetti d’uso, articoli e prodotti tessili di ogni tipo di fibra.
SituazioneL’impresa ha l’obbligo di nominare un responsabile tecnico visti i rischi di sicurezza e salute sul lavoro che comportano le procedure di tintolavanderia. Il responsabile può essere uno dei dipendenti dell’azienda. Lavora con macchinari, maneggia elementi chimici. Il lavoro comporta uno sforzo fisico, rimanendo in piedi per lunghi periodi in un ambiente caldo. Le piccole lavanderie artigianali trovano principalmente collocazione presso i quartieri o i centri commerciali e si rivolgono principalmente alla clientela privata lavando abiti. Le lavanderie industriali provvedono al lavaggio di elevati quantitativi di biancheria o d’abiti per conto di grandi utenti quali: alberghi, ristoranti, industrie d’abbigliamento, collettività, altri esercizi di lavanderia.
PrerequisitiAver frequentato un corso regionale per Responsabile di Tintolavanderia di almeno 450 ore da svolgersi nell’arco di un anno. In alternativa : a) essere in possesso di un attestato di qualifica in materia attinente l’attività conseguito ai sensi della legislazione vigente in materia di formazione professionale, integrato da un periodo di inserimento della durata di almeno un anno presso imprese del settore, da effettuare nell’arco di tre anni dal conseguimento dell’attestato;b) essere in possesso di un diploma di maturità tecnica o professionale o di livello post-secondario superiore o universitario, in materie inerenti l’attività;c) aver effettuato un periodo di inserimento presso imprese del settore non inferiore a: un anno, se preceduto dallo svolgimento di un rapporto di apprendistato della durata prevista dalla contrattazione collettiva; due anni in qualità di titolare o di socio partecipante al lavoro.Al fine dell’ammissione al corso di formazione sono necessari i seguenti requisiti: - età non inferiore i diciotto anni; - diploma di scuola secondaria di 1° grado. Per quanto riguarda coloro che hanno conseguito un titolo di studio all’estero occorre presentare una dichiarazione di valore o un documento che attesti l’equipollenza di valore con i titoli rilasciati nello Stato di provenienza. La durata minima dei percorsi è di 450 ore, fatte salve le disposizioni delle Regioni per il riconoscimento di crediti formativi.
Percorsi formativiSi vedano i prerequisiti formali di accesso
Codice CP20116.5.3.7.0
Denominazione CP2011Artigiani e addetti alle tintolavanderie
Codice Ateco 0796.01
Denominazione ateco 07Lavanderia e pulitura di articoli tessili e pelliccia
LIVELLO EQF4