DETTAGLIO QUALIFICAZIONE



Codice Repertorio26-004
DenominazioneTecnico del restauro di beni culturali
DescrizioneIl tecnico del restauro di beni culturali mobili e superfici decorate di beni architettonici, è la figura professionale che collabora con il restauratore eseguendo con autonomia decisionale strettamente afferente alle proprie competenze tecniche, azioni dirette ed indirette per limitare i processi di degrado dei beni ed assicurarne la conservazione; operazioni di cui garantisce la corretta esecuzione secondo le indicazioni metodologiche ed operative, sotto la direzione ed il controllo diretto del restauratore. _x000D_ Ha la responsabilità della cura dell'ambiente di lavoro e delle attrezzature, cura la preparazione dei materiali necessari per gli interventi, secondo le indicazioni metodologiche del restauratore. _x000D_ Fermo restando l'unicità del profilo professionale, ciascun tecnico del restauro opera prevalentemente su alcune tipologie di beni culturali e possiede specifiche competenze, conoscenze e abilità declinate con riferimento a tali tipologie di beni (ad esempio: tele, affreschi, beni librari ecc)._x000D_ Per le tipologie di beni su cui opera il tecnico del restauro di beni culturali, è opportuno tenere presente l'allegato B del DM n.87 del 26/05/2009, relativo al "Regolamento concernente la definizione dei criteri e livelli di qualità cui si adegua l'insegnamento del restauro". Inoltre, la Legge 14/1/2013 n. 7 rispetto alla figura del restauratore di beni culturali, elenca le seguenti tipologie di percorsi formativi professionalizzanti:_x000D_ 1) Materiali lapidei, musivi e derivati _x000D_ 2) Superfici decorate dell'architettura _x000D_ 3) Manufatti dipinti su supporto ligneo e tessile _x000D_ 4) Manufatti scolpiti in legno, arredi e strutture lignee _x000D_ 5) Manufatti in materiali sintetici lavorati, assemblati e/o dipinti _x000D_ 6) Materiali e manufatti tessili, organici e pelle _x000D_ 7) Materiali e manufatti ceramici e vitrei _x000D_ 8) Materiali e manufatti in metallo e leghe _x000D_ 9) Materiale librario e archivistico e manufatti cartacei e pergamenacei _x000D_ 10) Materiale fotografico, cinematografico e digitale _x000D_ 11) Strumenti musicali _x000D_ 12) Strumentazioni e strumenti scientifici e tecnici.
SituazioneIl Tecnico del restauro opera in ambito pubblico e privato, sulle superfici architettoniche di pregio e su beni mobili tutelati come beni culturali per i quali sia previsto un progetto conservativo. Possiede autonomia decisionale strettamente afferente alle proprie competenze tecniche, nell’ambito di quanto metodologicamente ed operativamente definito dal restauratore.
PrerequisitiLa qualifica di tecnico del restauro di beni culturali è attribuita con provvedimenti del Ministero, in esito ad apposita procedura di selezione pubblica, che danno luogo all'inserimento in un apposito elenco reso accessibile a tutti gli interessati. Alla tenuta dell'elenco provvede lo stesso Ministero dei beni culturali.
Percorsi formativiPer il conseguimento della qualifica di tecnico del restauro di beni culturali occorre far riferimento all’art. 29 _x000D_ del Decreto Legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 ed alle relative disposizioni regolamentari attuative._x000D_ Nelle more della piena attuazione del sopra citato articolo, l’art. 182 del Codice dei beni culturali e del paesaggio di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n.42 e successive modificazioni, definisce la disciplina transitoria per il conseguimento della qualifica, così come esplicitata e chiarita nelle Linee guida applicative approvate con decreto ministeriale in data 13 maggio 2014.
Codice CP20112.5.5.1.5
Denominazione CP2011Restauratori di beni culturali
Codice Ateco 0790.03.02
Denominazione ateco 07Attività di conservazione e restauro di opere d'arte
LIVELLO EQF5