DETTAGLIO QUALIFICAZIONE



Codice Repertorio24-020
DenominazioneAttore
DescrizioneL’Attore interpreta un ruolo in una produzione artistica. Il termine viene usato in riferimento a coloro che lavorano in un film, in televisione, a teatro o alla radio (in quest’ultimo caso ci si riferisce a loro con il termine voci). Lo stesso termine può indicare anche le figure degli artisti di strada o esperti in arti circensi, ossia coloro che si esibiscono al di fuori delle strutture convenzionali. L’attore si identifica in ruoli e personaggi, assume espressioni, attitudini, stili, movimenti del corpo e comportamenti secondo il copione scelto per ispirare sentimenti ed emozioni negli spettatori. Oltre a recitare, cantare e ballare, può dedicarsi anche all’animazione di spettacoli culturali e all’insegnamento di materie quali l’arte drammatica, il mimo, le tecniche di improvvisazione, l’espressione corporea e la dizione.
SituazioneSvolge l’attività presso teatri e sale riservate agli spettacoli, studi di registrazione radiotelevisivi, set cinematografici, sale di prova e circhi. Lavora, spesso in collaborazione con altri attori, sotto la direzione di un regista. Collabora con la troupe ed il personale tecnico di scena. La professione richiede disponibilità al lavoro in orari non convenzionali, durante i fine settimana e nei giorni festivi, a spostarsi frequentemente e ad assentarsi da casa per periodi più o meno lunghi (ad esempio, per una tournée teatrale o per la lavorazione di un film). Si tratta di una condizione lavorativa piuttosto instabile, anche dal punto di vista economico, infatti l’attore si trova spesso ad affrontare lunghi periodi di precarietà. Nel settore dello spettacolo l’esperienza e l’età non sempre sono garanzia di un impiego sicuro. Lavora generalmente come libero professionista, collaboratore a progetto o dipendente a tempo determinato. In alcuni casi è possibile sottoscrivere un contratto a tempo indeterminato presso i teatri stabili o le compagnie più note ed affermate.
PrerequisitiNella professione dell’attore la notorietà è riservata solo a pochi e, spesso, trascorrono anni prima che al talento si accompagnino l’esperienza e la professionalità necessarie per potersi affermare nel settore. E’, dunque, indispensabile una certa capacità di adattamento sia fisiologico che psichico accompagnata da buona preparazione tecnico-fisica (corretta dizione, agilità) nonché culturale per affrontare correttamente ruoli e problemi ad essi connessi.
Percorsi formativiIl percorso formativo che consente di intraprendere la professione di attore può essere estremamente vario; in generale è preferibile aver conseguito un titolo di studio universitario in discipline dell’arte e dello spettacolo (DAMS) o aver frequentato un corso di formazione specifico. Le scuole più note sono: Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano, Scuola del Piccolo Teatro di Milano, Accademia Arte Drammatica Silvio D’Amico di Roma, Scuola di Teatro Galante Garrone di Bologna. In Liguria la Scuola di Recitazione del Teatro Stabile di Genova ha un corso biennale che prevede il rilascio di un attestato di qualifica professionale per attori. Per accedere ai corsi è necessario superare una o più prove selettive; i concorsi vengono banditi annualmente oppure ogni due o tre anni, quando si conclude il ciclo di studi precedente.
Codice CP20112.5.5.2.2
Denominazione CP2011Attori
Codice Ateco 0759
Denominazione ateco 07ATTIVITÀ DI PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA, DI VIDEO E DI PROGRAMMI TELEVISIVI, DI REGISTRAZIONI MUSICAL
LIVELLO EQF4