DETTAGLIO QUALIFICAZIONE



Codice Repertorio24-008
DenominazioneFonico - tecnico del suono
DescrizioneIl Fonico è il professionista esperto nella produzione, diffusione, registrazione e manipolazione delle onde sonore. Figura tecnica presente trasversalmente in tutte le produzioni audiovisive e musicali, ha come compito principale quello di assicurare la gestione del suono in tutti i suoi aspetti tecnico/artistici. A seconda della tipologia di produzione (concerti, produzioni televisive o film), le attività che fanno capo a questa figura possono essere svolte da professionisti differenti: il fonico di presa diretta (chiamato anche tecnico del suono o mixerista) che solitamente svolge il lavoro al registratore e al mixer, il microfonista che lavora sul campo (set, palco) e si occupa dei radiomicrofoni, dell’asta (boom) e l’assistente microfonista (cableman) che si occupa in prevalenza dei cavi e aiuta il microfonista nella gestione dei radiomicrofoni. In fase di post-produzione intervengono il fonico di studio per il montaggio audio e il missaggio, il rumorista che gestisce e costruisce le biblioteche del suono e il compositore che crea la colonna sonora.
SituazioneQuesta figura professionale lavora generalmente in qualità di free-lance, molto più raramente come dipendente, per imprese dello spettacolo: case di produzione cinematografica e di audiovisivi, reti televisive pubbliche o private, teatri stabili, service specializzati nel settore audio. I due principali ambiti in cui questa professione trova sbocco restano quelli legati alla musica (dal fonico propriamente live che lavora nei concerti, a quello di studio, più legato alla registrazione e alla produzione di musica riprodotta) e al cinema e tv (nelle varie competenze che vanno dal semplice microfonista, al fonico di presa diretta, e così via) anche se, grazie anche allo sviluppo delle nuove tecnologie, altre figure professionali legate alla fonia, si vanno imponendo: l’addetto alle riprese ambientali (le cosiddette intercettazioni) o anche l’addetto alle rilevazioni d’inquinamento acustico. Le competenze specifiche di un tecnico del suono variano a seconda dell'ambito lavorativo e del tipo di prodotto che questi è chiamato a realizzare, tuttavia esiste un bagaglio di conoscenze e competenze comuni a tutte le varie tipologie professionali. Il fonico deve possedere conoscenze di fisica e di acustica; si tratta di conoscenze fondamentali soprattutto per chi è responsabile della microfonatura degli ambienti e per chi opera nel trattamento e nell'equalizzazione delle tracce registrate. Deve, inoltre, avere una profonda conoscenza tecnica degli strumenti per la registrazione. In particolare, un requisito professionale indispensabile è quello di saper utilizzare il computer: tecniche di hard disk recording, trattamento digitale delle frequenze, campionamenti, uso di librerie di suoni. Il lavoro richiede, in genere, disponibilità agli spostamenti a seguito delle produzioni da realizzare e, soprattutto, nel caso di liberi professionisti può essere discontinuo e prevedere momenti di maggiore impegno alternati a fasi di stasi/minore attività. L’attività consente in genere ampi spazi di libertà e di autonomia soprattutto nelle attività sul campo (set o allestimento), mentre in studio il lavoro di edizione prevede il confronto costante con il regista o il responsabile del prodotto finale.
Prerequisiti
Percorsi formativiVi sono alcune scuole private che offrono corsi per tecnici del suono con programmi codificati, insegnanti specializzati ed un certo numero di ore garantite destinato alle esercitazioni pratiche. Una delle più importanti è la SAE di Milano, un'altra scuola specializzata è la Scuola di Alto perfezionamento musicale di Saluzzo, che si rivolge principalmente a musicisti professionisti. Per il cinema e l'audio-video esiste l'Istituto di Stato per la Cinematografia e la Televisione Roberto Rossellini di Roma. Generalmente i Conservatori propongono corsi di Informatica musicale. Sono corsi indirizzati principalmente ai musicisti e vertono soprattutto sull'utilizzo del PC per fare musica. Nell'ambito di proposte formative tecniche è comunque possibile trovare indirizzi, master e a volte singoli esami di ingegneria che affrontano l'argomento del suono. I corsi universitari vertono più sull'aspetto tecnico del suono e della sua manipolazione, dove vengono trattati nel dettaglio la teoria del campionamento, del filtraggio e dell'elaborazione numerica dei segnali. Tuttavia, sebbene esistano diversi corsi di specializzazione professionale, quella del fonico è una professione che si impara essenzialmente sul campo. Generalmente il primo passo è diventare aiuto-microfonista e successivamente microfonista. Questo è l'ambito dove si acquisisce l'esperienza e la conoscenza dei trucchi del mestiere che poi permettono, dopo alcuni anni, di diventare fonico nelle varie specializzazioni. L’esercizio della professione impone un aggiornamento frequente delle competenze e della strumentazione di supporto (microfoni, cavi, apparecchiature di registrazione, ecc.).
Codice CP20113.1.7.2.2
Denominazione CP2011Tecnici del suono
Codice Ateco 0759
Denominazione ateco 07ATTIVITÀ DI PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA, DI VIDEO E DI PROGRAMMI TELEVISIVI, DI REGISTRAZIONI MUSICAL
LIVELLO EQF4