DETTAGLIO QUALIFICAZIONE



Codice Repertorio23-003
DenominazioneEstetista
DescrizioneL'Estetista mette in atto tutte le prestazioni ed i trattamenti eseguiti sulla superficie del corpo il cui scopo esclusivo o prevalente è quello di mantenerlo in buone condizioni, di migliorarne e proteggerne l'aspetto estetico, modificandolo attraverso l'eliminazione o l'attenuazione degli inestetismi presenti. L’attività può essere svolta con l'attuazione di tecniche manuali, con l'utilizzazione degli apparecchi elettromeccanici per uso estetico, e con l'applicazione dei prodotti cosmetici. L’estetista informa il cliente sui principali comportamenti che favoriscono la riduzione e/o l’eliminazione delle imperfezioni, partecipa all’attività di consiglio ed eventuale vendita di prodotti di bellezza, si occupa della sterilizzazione degli strumenti e del mantenimento della pulizia dei locali dove esercita l’attività. Nell’esercizio della professione sono escluse le prestazioni con finalità di carattere terapeutico.
SituazioneL’Estetista lavora, come dipendente o a livello imprenditoriale, negli istituti di bellezza, nei centri di estetica, presso parrucchieri, profumerie, reparti di cosmetica nei grandi magazzini, palestre o piscine con saune e solarium, beauty farm o centri benessere, può svolgere la sua attività anche presso il domicilio del cliente. Gli interventi manuali consistono in massaggi atti a favorire la circolazione o/e agire contro la cellulite svolti secondo varie tecniche: modellamento, trattamenti idroterapeutici con getti d’acqua, bagni parziali o totali con essenze e prodotti come fanghi ed alghe. Nello svolgimento del suo lavoro applica trattamenti che prevedono l’utilizzo di apparecchiature quali lampade UVA e UVB. L’eliminazione dei peli superflui può avvenire con tecniche classiche come la ceretta, oppure con apparecchi che permettono di ottenere un risultato permanente come il laser (a luce pulsante o ad ago). Per quanto riguarda manicure e pedicure, l’estetista si occupa della pelle di mani e piedi, cura e modella le unghie, applica smalti o unghie finte. Il trucco, infine, deve essere accurato, adatto alle caratteristiche morfologiche della cliente ed alla tipologia di evento. Grande importanza assume la conoscenza delle norme igieniche riguardanti gli strumenti, le sostanze e gli ambienti di lavoro.
PrerequisitiQualifica professionale regionale ed esperienza documentata. L’estetista, in possesso della qualifica regionale e iscritta all’Albo degli artigiani, può intraprendere l’attività autonoma.
Percorsi formativiLa professione di estetista è disciplinata dalla legge nazionale n.1 del 4 gennaio1990 che definisce le procedure e i contenuti necessari per ottenere la qualifica ed attribuisce la competenza della formazione alle regioni. La durata dei corsi è di tre anni: a un primo biennio teorico-pratico segue un terzo anno di specializzazione. Il superamento dell’esame al termine del biennio abilita al ruolo di estetista svolto in forma subordinata. Alla fine del terzo anno di specializzazione si può sostenere l’esame per l’abilitazione all’esercizio dell’attività in proprio. È anche previsto l’accesso ad un esame teorico/pratico che abilita alla professione, dopo aver lavorato con modalità diverse (come apprendista, collaboratore familiare o dipendente di studio medico) ed aver seguito un corso teorico intensivo di 300 ore.
Codice CP20115.4.3.2.0
Denominazione CP2011Estetisti e truccatori
Codice Ateco 0796.02
Denominazione ateco 07Servizi dei parrucchieri e di altri trattamenti estetici
LIVELLO EQF3