DETTAGLIO QUALIFICAZIONE



Codice Repertorio09-023
DenominazioneOperatore su funi per lavorazioni su siti naturali o artificiali
DescrizioneLa figura si avvale di sistemi di accesso e posizionamento mediante funi, per organizzare e realizzare interventi in parete di tipo edile (costruzioni, demolizioni, manutenzioni, puliture, restauri) e di tipo ambientale (bonifiche e messa in sicurezza di pendii acclivi, disgaggi, pulizia costoni, messa in opera di dispositivi para-valanghe, anti-frana), svolgendo lavori su pareti non raggiungibili da ponteggi o piattaforme mobili. In particolare è in grado di eseguire lavori di disgaggio (abbattimento di massi in equilibrio precario), pulizia e messa in sicurezza di pareti rocciose o pendii naturali; montaggio di barriere e/o paramassi, paravalanghe e/o reti di protezione, manutenzione di manufatti ed edifici (prospetti, spioventi, cornicioni, campanili, cupole) in acrobazia, sprovvisti di ponteggi di servizio o di piattaforme mobili; ancoraggi, chiodature, messa in opera di tiranti (sia su superfici artificiali che naturali) mediante l’uso di trapani o perforatrici; ricognizioni su falesie naturali, pareti rocciose e/o pareti verticali di manufatti edili; rivestimenti di pareti rocciose mediante reti protettive; semplici misurazioni di superfici utilizzando il sistema dei triangoli. Svolge sempre ogni operazione in piena sicurezza, nel rispetto della normativa del settore.
SituazioneL’operatore su funi opera presso imprese che lavorano per la difesa dalla caduta massi e valanghe, in imprese edili, nel settore delle pulizie nell’ambito civile e navale, nella manutenzione di strutture in elevazione gru, torri, grattacieli, ciminiere, e in tutti quegli ambiti in cui è necessario intervenire in quota, sia naturali (pareti rocciose e pendio) che artificiali (edifici, ponti, navi, piattaforme petrolifere). Esegue lavori in quota o in posizioni non raggiungibili da mezzi convenzionali ed è sempre vincolato e assicurato alle funi e all'imbracatura, utilizza corde, moschettoni, discensori, carrucole, assorbitori di energia, maniglia autobloccante, pedale e longe. Indossa guanti e casco con torcia. Le operazioni vengono sempre effettuate in equipe composte da almeno due persone: preposto e operatore; il primo deve sorvegliare l’esecuzione delle operazioni di accesso, posizionamento e uscita dell’operatore ed essere disponibile per qualsiasi operazione ulteriore che riguardi il lavoro con funi, compresa l’organizzazione e la direzione delle manovre di emergenza previste in base alla valutazione dei rischi. I turni di lavoro sono soggetti a limitazioni dettate dalla normativa in materia di sicurezza sul lavoro.
PrerequisitiSi accede alla professione in seguito ad una comprovata esperienza pratica nelle discipline speleologiche e/o alpinistiche e la frequenza ad un corso per operatore su funi con il superamento di un esame teorico pratico.
Percorsi formativiIl D.Lgs. 8 luglio 2003 n°235, riguardante la prevenzione e sicurezza per l’esecuzione dei lavori temporanei in quota su funi, prevede che tutti i lavoratori, che anche occasionalmente operano in quota, siano tenuti a frequentare corsi specifici di formazione. In Liguria sono disponibili corsi di formazione specifici organizzati anche dalle Scuole Edili.
Codice CP20116.1.2.5.1
Denominazione CP2011Armatori di gallerie e pozzi
Codice Ateco 0742.1
Denominazione ateco 07COSTRUZIONE DI STRADE E FERROVIE
LIVELLO EQF3